Cenni sulla Normativa nazionale

Con la pubblicazione del D.M. n. 37 del 22 gennaio 2008 sono state definite le nuove norme per l’attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici. In particolare, il Decreto riguarda le seguenti tipologie di impianti:

  1. impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, utilizzazione dell'energia elettrica, impianti di protezione contro le scariche atmosferiche, nonché gli impianti per l'automazione di porte, cancelli e barriere;
  2. impianti radiotelevisivi, le antenne e gli impianti elettronici in genere;
  3. impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense, e di ventilazione ed aerazione dei locali;
  4. impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie;
  5. impianti per la distribuzione e l'utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali;
  6. impianti di sollevamento di persone o di cose per mezzo di ascensori, di montacarichi, di scale mobili e simili;
  7. impianti di protezione antincendio.

Il Decreto stabilisce che sono abilitate all’installazione ed alla manutenzione dei predetti impianti esclusivamente le imprese:

  • nelle quali l’imprenditore individuale, il rappresentante legale o il responsabile tecnico (nominato con atto formale) sia in possesso di specifici requisiti tecnico professionali;
  • che nella dichiarazione di inizio attività abbiano indicato specificatamente per quali tipologie di impianti esercitano l’attività;
  • che hanno acquisito il diritto al rilascio del certificato di riconoscimento dei requisiti tecnico-professionali delle imprese e del responsabile tecnico ai fini della sicurezza degli impianti (D.M. 11/06/1992) da parte della competente Camera di Commercio.

In merito ai requisiti tecnico professionali, per poter operare l’imprenditore individuale, il rappresentante legale o il responsabile tecnico devono essere in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  1. diploma di laurea in materia tecnica specifica conseguito presso un’università statale o legalmente riconosciuta ovvero di diploma di tecnico superiore previsto dalle linee guida di cui al DPCM del 25/01/2008 conseguito in esito ai percorsi relativi alle figure nazionali definite dall'allegato A, area 1 - efficienza energetica, al Decreto del MIUR del 07/09/2011 (cfr. Legge n. 107/2015, art. 1, comma 50);
  2. diploma o qualifica conseguita al termine di scuola secondaria del secondo ciclo con specializzazione relativa all’installazione di impianti (tra le tipologie precedentemente citate) presso un istituto statale o legalmente riconosciuto seguiti da un periodo di inserimento di almeno due anni continuativi alle dirette dipendenze di un’impresa del settore. Nel caso di inserimento in imprese che svolgono attività di installazione e manutenzione di impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie, il periodo di inserimento deve essere di almeno un anno;
  3. titolo o attestato conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale, previo un periodo di inserimento, di almeno quattro anni consecutivi, alle dirette dipendenze di una impresa del settore. Il periodo di inserimento per le attività di installazione e manutenzione di impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie è di due anni;
  4. prestazione lavorativa svolta per un periodo non inferiore a tre anni come operaio installatore con qualifica di specializzato nelle attività di installazione, di trasformazione, di ampliamento e di manutenzione degli impianti alle dirette dipendenze di un’impresa abilitata nel ramo di attività cui si riferisce la prestazione dell'operaio installatore. È esclusa dal periodo, e pertanto non valida ai fini dell’esperienza, la prestazione svolta come apprendista o come operaio qualificato.

Ad eccezione dei possessori di diploma di laurea (ai quali non sono richiesti periodi di inserimento e prestazioni lavorative pregresse), in tutti gli altri casi per i titolari, i soci ed i collaboratori familiari dell’impresa il periodo di inserimento o l’esperienza lavorativa precedentemente citati possono essere svolti anche come collaborazione tecnica continuativa. Sono, altresì, in possesso dei requisiti tecnico-professionali il titolare dell'impresa, i soci ed i collaboratori familiari che hanno svolto attività di collaborazione tecnica continuativa nell'ambito di imprese abilitate del settore per un periodo non inferiore a sei anni. Per le attività di installazione e manutenzione di impianti idrici e sanitari, tale periodo non può essere inferiore a quattro anni.

Con la successiva pubblicazione del D.Lgs. n. 28 del 3 marzo 2011, è stato definito che, per poter operare, l’imprenditore individuale, il rappresentante legale o il responsabile tecnico devono essere in possesso della qualifica professionale per l’attività di installazione e di manutenzione straordinaria di caldaie, caminetti e stufe a biomassa, di sistemi solari fotovoltaici e termici sugli edifici, di sistemi geotermici a bassa entalpia e di pompe di calore. Detta qualifica è conseguita con il possesso di uno dei seguenti requisiti tecnico professionali:

  • diploma di laurea in materia tecnica specifica conseguito presso un’università statale o legalmente riconosciuta ovvero di diploma di tecnico superiore previsto dalle linee guida di cui al DPCM del 25/01/2008 conseguito in esito ai percorsi relativi alle figure nazionali definite dall'allegato A, area 1 - efficienza energetica, al Decreto del MIUR del 07/09/2011 (cfr. Legge n. 107/2015, art. 1, comma 50);
  • diploma o qualifica conseguita al termine di scuola secondaria del secondo ciclo con specializzazione relativa all’installazione di impianti (tra le tipologie precedentemente citate) presso un istituto statale o legalmente riconosciuto seguiti da un periodo di inserimento di almeno due anni continuativi alle dirette dipendenze di un’impresa del settore. Nel caso di inserimento in imprese che svolgono attività di installazione e manutenzione di impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie, il periodo di inserimento deve essere di almeno un anno;
  • titolo o attestato conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale, previo un periodo di inserimento, di almeno quattro anni consecutivi, alle dirette dipendenze di una impresa del settore. Il periodo di inserimento per le attività di installazione e manutenzione di impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie è di due anni. In particolare, a decorrere dal 1° agosto 2013, il rilascio del titolo/attestato è valido quando:
    1. la formazione si conclude con un esame che comprende una prova pratica mirante a verificare la corretta installazione dell’impianto (caldaie o stufe a biomassa, di pompe di calore, di sistemi geotermici poco profondi o di sistemi solari fotovoltaici o termici);
    2. il preliminare periodo di formazione ha le seguenti caratteristiche:
    - per gli installatori di caldaie e di stufe a biomassa: una formazione preliminare di idraulico, installatore di canalizzazioni, tecnico del riscaldamento o tecnico di impianti sanitari e di riscaldamento o raffreddamento;
    - per gli installatori di pompe di calore: una formazione preliminare di idraulico o di tecnico frigorista e competenze di base di elettricità e impianti idraulici (taglio di tubi, saldatura e incollaggio di giunti di tubi, isolamento, sigillamento di raccordi, prove di tenuta e installazione di sistemi di riscaldamento o di raffreddamento);
    - per gli installatori di sistemi solari fotovoltaici o termici: una formazione preliminare di idraulico o di elettricista e competenze di impianti idraulici, di elettricità e di copertura tetti, ivi compresi saldatura e incollaggio di giunti di tubi, sigillamento di raccordi, prove di tenuta, capacità di collegare cavi, buona conoscenza dei materiali di base per la copertura dei tetti, nonché dei metodi di isolamento e di impermeabilizzazione;
    oppure
    - un programma di formazione professionale che consenta agli installatori di acquisire competenze adeguate corrispondenti a tre anni di formazione nei settori di competenze, comprendente sia la formazione in classe che la pratica sul luogo di lavoro.

In sintesi, i responsabili tecnici in attività prima del 1 agosto 2013 sono automaticamente qualificati e non sono obbligati a frequentare un corso per il conseguimento della qualifica. Negli altri casi, non è sufficiente l’esperienza raggiunta sul campo ma si rende necessaria la frequenza di un corso di formazione per il conseguimento della qualifica professionale.
Ad ogni modo, in tutti i casi, la qualificazione degli installatori ha una durata limitata nel tempo e il rinnovo è subordinato alla frequenza di un corso di aggiornamento ogni 3 anni come precisato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome 14/078/Cr08bis/C9.

 

Gli standard formativi nella Regione Abruzzo

Con la pubblicazione della D.D. n. 186/DPG009 del 25/09/2019 e della D.D. n. 189/DPG009 del 27/09/2019 la Regione Abruzzo ha definito gli standard minimi di percorso formativo per il conseguimento:

  • della qualifica di Installatore e manutentore straordinario di caldaie, caminetti e stufe a biomassa;
  • della qualifica di Installatore e manutentore straordinario di pompe di calore per riscaldamento, refrigerazione e produzione di acqua calda sanitaria – FER, inclusiva di installazione di impianti geotermici a pompe di calore a bassa entalpia;
  • della qualifica di Installatore e manutentore straordinario di sistemi solari termici;
  • della qualifica di Installatore e manutentore straordinario di sistemi solari fotovoltaici e fototermoelettrici;
  • dell’Aggiornamento obbligatorio dell’installatore e manutentore di tecnologie energetiche alimentate da fonti rinnovabili, qualificato al fine della abilitazione delle imprese.

È stato, inoltre, definito uno specifico modello di attestazione finale, in linea con le disposizioni della Normativa nazionale.

Sono tenuti ed ammessi a frequentare i corsi per il conseguimento di una delle predette qualifiche, l’imprenditore individuale, il rappresentante legale o il responsabile tecnico non qualificati automaticamente alla data del 1 agosto 2013 e che risultino in possesso dei seguenti requisiti tecnico-professionali:

  1. titolo o attestato conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale, previo un periodo di inserimento, di almeno quattro anni consecutivi, alle dirette dipendenze di una impresa del settore. Il periodo di inserimento per le attività di installazione e manutenzione di impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie è di due anni;
  2. prestazione lavorativa svolta per un periodo non inferiore a tre anni come operaio installatore con qualifica di specializzato nelle attività di installazione, di trasformazione, di ampliamento e di manutenzione degli impianti alle dirette dipendenze di un’impresa abilitata nel ramo di attività cui si riferisce la prestazione dell'operaio installatore. È esclusa dal periodo, e pertanto non valida ai fini dell’esperienza, la prestazione svolta come apprendista o come operaio qualificato.
    oppure, in difetto:
  3. in possesso di qualifica di “Operatore di impianti termoidraulici” rilasciata in esito a percorsi triennali di IeFP o di qualifica relativa alla sequenza di processo “Installazione e manutenzione di impianti termoidraulici e simili” di cui all’Atlante del lavoro e delle qualificazioni, nel caso delle qualifiche di “Installatore e manutentore straordinario di caldaie, caminetti e stufe a biomassa”, “Installatore e manutentore straordinario di pompe di calore per riscaldamento, refrigerazione e produzione di acqua calda sanitaria – FER, inclusiva di installazione di impianti geotermici a pompe di calore a bassa entalpia” e/o “Installatore e manutentore straordinario di sistemi solari termici”;
  4. in possesso di qualifica di “Operatore elettrico” rilasciata in esito a percorsi triennali di IeFP o di qualifica relativa alla sequenza di processo “Installazione e manutenzione di impianti elettrici e simili”, di cui all’Atlante del lavoro e delle qualificazioni, nel caso della qualifica di “Installatore e manutentore straordinario di sistemi solari fotovoltaici e fototermoelettrici”.
    Nel caso di cittadini stranieri è necessaria la conoscenza della lingua italiana almeno al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue. Per i cittadini extracomunitari è indispensabile il possesso del permesso di soggiorno valido per l’intera durata del percorso o la dimostrazione dell’attesa di rinnovo.

Sono tenuti ed ammessi a frequentare il corso di aggiornamento triennale l’imprenditore individuale, il rappresentante legale o il responsabile tecnico in possesso della qualifica professionale per l’attività di installazione e di manutenzione straordinaria di caldaie, caminetti e stufe a biomassa, di sistemi solari fotovoltaici e termici sugli edifici, di sistemi geotermici a bassa entalpia e di pompe di calore.

 

Le promozioni di Eventitalia

Per tutti i corsi per installatori e manutentori di impianti alimentati con fonti energetiche rinnovabili, Eventitalia, eccezionalmente in via promozionale, propone una scontistica fino al 31 dicembre 2019.

Puoi iscriverti al corso di aggiornamento ad € 250,00 anziché € 400,00 ed ad uno dei corsi per il conseguimento della qualifica di installatore e manutentore FER ad € 850,00 anziché € 1.000,00!

...e se hai bisogno di più di un'abilitazione o di iscrivere più dipendenti è previsto un ulteriore scontistica da valutare in sede con il nostro staff!

 

Scarica qui il modulo di pre-adesione!

 

Per tutte le informazioni di dettaglio sui singoli corsi, contattaci allo 0861/210821, vieni a trovarci presso i nostri uffici o visita le pagine dedicate sul nostro sito:

Aggiornamento obbligatorio dell’installatore e manutentore di tecnologie energetiche alimentate da fonti rinnovabili, qualificato al fine della abilitazione delle imprese

Installatore e manutentore straordinario di caldaie, caminetti e stufe a biomassa

Installatore e manutentore straordinario di pompe di calore per riscaldamento, refrigerazione e produzione di acqua calda sanitaria – FER, inclusiva di installazione di impianti geotermici a pompe di calore a bassa entalpia

Installatore e manutentore straordinario di sistemi solari termici

Installatore e manutentore straordinario di sistemi solari fotovoltaici e fototermoelettrici

Scarica qui la locandina dei corsi.

Ultime news

News - Corsi a catalogo

Richiedi informazioni